Post in evidenza

La cervicalgia e il nervo vago


Molto spesso nella pratica quotidiana incontro persone che associano ai sintomi classici della cervicalgia anche nausea e in alcuni casi vomito. Nella maggior parte dei casi questi sintomi sono la conseguenza di un mal funzionamento del nervo vago.

Analizziamo quindi questa struttura e cerchiamo di comprendere il motivo per cui genera determinati sintomi in relazione ai dolori cervicali.

ANATOMIA

E’ il decimo delle dodici paia di nervi cranici, che originano dal tronco encefalico. Parte dal midollo allungato e si porta, attraverso il foro giugulare, verso il basso nel torace e nell'addome. La copia dei vaghi è tra i più importanti del corpo nonché i più lunghi ed i più ramificati tra i nervi cranici.

Il suo nome deriva dalla parola latina vagus, che significa letteralmente "vagabondo".

ORGANI INNERVATI

Il nervo vago fornisce fibre parasimpatiche a tutti gli organi, fatta eccezione per le ghiandole surrenali, dal collo secondo segmento della colonna vertebrale. Il vago controlla anche alcuni muscoli scheletrici:

l'elevatore del velo palatino;

il salpingofaringeo;

il palatoglosso;

il palatofaringeo;

i muscoli costrittori faringei superiore, medio e inferiore;

i muscoli della laringe.

i muscoli dell'esofago prossimale

Questo significa che il nervo vago è responsabile della frequenza cardiaca, della peristalsi gastrointestinale, della sudorazione e di alcuni movimenti della bocca, inclusi i muscoli del parlato e della respirazione (tenendo aperta la laringe). Riceve inoltre sensazioni dall'orecchio esterno (attraverso il nervo di Alderman) e parte delle meningi

Il Sistema Nervoso Parasimpatico. È costituito per la maggior parte dal nervo vago

Questo si attiva quando siamo in una situazione di tranquillità. Quindi quando il cervello stabilisce che siamo in condizione di relax manda degli imput al sistema nervoso parasimpatico e da qui al nervo vago, il quale

  • riduce la frequenza cardiaca

  • favorisce la digestione aumentando l’acido gastrico e la peristalsi intestinale

  • Favorisce il rilassamento muscolare

  • Migliora le funzioni di “recupero” come quella immunitaria

COSA FA ESATTAMENTE IL NERVO VAGO?

Il Nervo Vago è un sistema anti infiammatorio

Alcuni studi hanno dimostrato che iniettando un liquido antiinfiammatorio nel cervello, l’azione che ne conseguiva agiva su tutto il corpo, mentre se veniva reciso il nervo vago la stessa iniezione no aveva alcun effetto, nel tempo l partendo da questo esperimento si è studiata questa funzione arrivando alla conclusione che grazie alla produzione di acetilcolina noi abbiamo un sistema antiinfiammatorio interno regolato dal nervo vago.

Il Nervo Vago informa il cervello di ciò che succede nei visceri

La maggior parte delle fibre del nervo vago non servono a regolare la funzionalità dei visceri ma ad inforamare di quello che accade. Questa funzione è molto importante perché qualsiasi disfunzione delle stomaco o dell’intestino creano un problema di funzionalità anche al nevo vago.

QUALI SONO I SINTOMI QUANDO IL VAGO NON FUNZIONA?

E’ un nervo complesso e quindi è difficile capire quali siano i sintomi di un vago che non funziona nel modo corretto, anche perché spesso sintomi sono correlati anche ad altri nervi.

Proviamo ad elencare quelle che sono le più frequenti problematiche correlate.

1 Nausea e problemi digestivi

Abbiamo visto che il Nervo Vago è un importante nervo con funzioni digestive.Logico dunque pensare che quando non funziona bene o quando viceversa è troppo attivo (condizione che a volte si chiama “infiammazione del Nervo Vago) la digestione ne possa risentire.

In particolare possiamo avere nausea, acidità di stomaco, gonfiori gastrici o intestinali.

2 Problemi di stanchezza o sonno non riposante

Una delle funzioni del Nervo Vago, come abbiamo visto, è quella di attivarsi in momenti di relax, consentendoci un adeguato recupero. quando per situazioni di stress il nostro organismo non è in grado di riconoscere dei momenti di relax il nervo vago non si attiva a dovere creando le scondizioni per avere un riposo inadeguato

3 Sbandamenti, sensazione di svenimento, abbassamenti di pressione

Il Nervo Vago, essendo un nervo attivo in momenti di relax, tende ad abbassare la pressione.

Questo meccanismo di stimolazione vagale sembra essere uno dei responsabili per la sensazione di sbandamento che spesso lamentano persone con disturbi cervicali.

4 Mal di testa ed emicrania

Una bassa funzionalità del Nervo Vago è associata a maggiore incidenza di emicrania e mal di testa.

5 Problemi di termoregolazione (mani e piedi freddi)

Il Nervo Vago è un vasodilatatore periferico: quando è stimolato e ben funzionante, aumenta il flusso sanguigno alle estremità.al contrario quando è scarsamente stimolato la persona ha mani e piedi freddi. E’ il caso dei momenti di forte agitazione, quando cioè il nervo vago è totalmente freddo, spesso in queste situazioni si hanno mani fredde e forte sudorazione

6 Battiti cardiaci irregolari

Se il nervo vago non esistesse avremo sempre il cuore a mille

7 Infiammazione ed altri sintomi

Come abbiamo visto, il Nervo Vago è un sistema anti infiammatorio: chi ha un Nervo Vago poco funzionante, tende ad avere frequenti infiammazioni a vari livelli.

Perché il nervo vago non funziona?

Abbiamo iniziato questo articolo correlando il nervo vago con la cervicalgia. Va chiarito che non vi sono dimostrazioni univoche che dicono che episodi di cervicalgia e disfunzioni del vago siano strettamente correlate. La pratica quotidiana però mostra come problemi al collo e alcuni dei sintomi sopracitati coesistano e come grazie alla risoluzione delle disfunzioni legate alla cervicale vi sia anche una risoluzione dei sintomi quali sbandamenti e nausea o vomito. La risposta più accreditata è che vi sia una correlazione fra le tensioni muscolari dello sternocleidomastoideo e il passaggio del nervo vago, associazione per cui una tensione importante di questo muscolo stimoli il nervo alterando la sua funzionalità e scatenando così la sintomatologia classica. Quindi grazie a manovre che abbiano come obiettivo quello di decontrarre questo importante muscolo possiamo ridurre alcune delle più comuni disfunzioni che vengono legate alla cervicalgia.

HOME

#NERVOVAGO #artrosicerviale #CERVICALGIA

Post recenti