Post in evidenza

LA SINDROME DEL PIRIFORME


LA SINDROME DEL PIRIFORME

Si parla di sindrome del piriforme quando l’individuo avverte un dolore neuromuscolare generato dallo schiacciamento da parte del muscolo piriforme ai danni del nervo sciatico.

SINTOMI

La sintomatologia è simile a quella di una sciatica, con intorpidimento del gluteo con dolore e parestesie che possono arrivare fino al piede.​​ A differenza della comune sciatica, alla base della sindrome del piriforme non vi è una discopatia o un’ernia discale, ma la sintomatologia ha origine nel gluteo. Spesso si associa alla compressione del nervo sciatico anche quella del nervo pudendo, che genera dolori e parestesie alla regione inguinale.

Il male appare spesso durante movimenti precisi, sedersi, correre o assumere particolari posizioni che aumentano la tensione di questo muscolo equivale ad acutizzare i sintomi.

CAUSE

Il fattore scatenante va ricercato nella vita di tutti i giorni, posture mantenute per molte ore, attività fisiche che creano dei sovraccarichi della muscolatura del gluteo, un appoggio plantare con un piede eccessivamente pronato o una debolezza dei muscoli medio e piccolo gluteo sono alcune delle cause che possono portate alla comparsa della sindrome del piriforme.

COME INDIVIDUARLA

La diagnostica è complessa, la prima cosa da fare è escludere che la sintomatologia derivi da una discopatia, questo si fa attraverso gli esami strumentali e i test specifici. Dopo aver escluso questa possibilità si cerca di comprendere se vi sia una compromissione del piriforme, attraverso la descrizione da parte della persona dei sintomi accusati, la palpazione della regione e movimenti che stimolino la mobilità dell’anca e attivino il muscolo piriforme

CENNI DI ANATOMIA

Dove si trova il piriforme e quali sono le sue funzioni fisiologiche?

Si tratta di un piccolo muscolo di forma triangolare, situato in profondità nella natica, posizionato dietro il grande gluteo. Il muscolo origina dalla superficie interna del sacro per unirsi al femore omolaterale. Viene inserito fra i muscoli dell’anca e la sua funzione è quella di interagire durante la rotazione della gamba e di girarla esternamente. In generale la sua è una funzione stabilizzatrice, grazie alla quale contribuisce a una corretta deambulazione.

RIMEDI

Dal punto di vista delle terapia manuali è possibile intervenire sulla sindrome del piriforme attraverso esercizi di mobilità passiva che aiutano a rilassare le fibre, si può inoltre lavorare con massaggi e stimolazioni dei trigger point che permettano di allentare le tensioni presenti.

Spesso una sindrome del piriforme è accompagnata da tensioni e squilibri dei muscoli dell’anca, con debolezza a carico del medio e piccolo gluteo e tensioni dei flessori dell’anca. Risultano anche di conforto le manipolazioni del tratto lombare, al fine di ridare la corretta mobilità alla colonna che risulta quasi sempre rigida. Oltre alla cura degli stadi acuti è importante prevedere un piano di lavoro che tenga conto delle case che hanno portato alla sindrome. Quindi una verifica del tono della muscolatura, dell’appoggio dei piedi e degli sport praticati risulta fondamentale al fine di scongiurare futuri episodi.

home

#dolorelombare #SINDROMEDELPIRIFORME #sport #CONTROLLODELLAPOSTURA #DOLORELOMBARE #PIRIFORME #posturologia #ARTICOLAZIONESACROILIACA #ANALISIPOSTURALE #MALDISCHIENA #POSTURA #sportesalute #analisiposturale #CONTRATTUREMUSCOLARI #LOMBALGIA #GINNASTICAPOSTURALEMASSAGGICHIROPRAICA #contratturemuscoalri #massaggi